Torna alla Rassegna Stampa

VanityFair.it : I migliori Tagli per i Capelli Spessi

 

BEAUTY CAPELLI

Tutti i tagli (anti-volume) per capelli spessi

 

Lottate tutti i giorni per appiattire la vostra criniera? L'umidità è la vostra peggior nemica? Sognate un bob ma temete l'effetto fungo atomico? Choppy hair e blooming cut (segnatevi queste parole) sono i tagli che risolvono i drammi beauty che solo chi ha i capelli grossi può capire

Nodi che non si disfano, styling modalità “fungo atomico”, effetto crespo anche quando non c’è umidità nell’aria, e volume da fare invidia alla criniera di un leone. Eppure, se avete una migliore amica dai capelli fini, sicuramente vi sarete sentite dire che i capelli spessi sono i migliori e che avete la fortuna di far stare un bun per giornate intere anche senza forcine e ciambella. E guai a voi se osate lamentarvi della vostra folta chioma, quando c’è chi lotta tutti i giorni per “dare volume ai quei quattro peli che ha in testa”.

 

 

Come sempre ogni problema è relativo e se avete i capelli grossi vi sarà successo di:

1- Non riuscire a districare i nodi senza spezzarli
Neanche quelli che si formano nelle collanine richiedono un lavoro così certosino.

2- Il balsamo non basta mai
E vi ritrovate sempre con shampoo e conditioner spaiati perché finisce prima uno dell’altro.

3- E se ne usate troppo i capelli rimangono molto pesanti, da sembrare quasi sporchi.
Franco Curletto, global ambassador di Kérastase e titolare dei saloni di Milano e Torino consiglia, infatti, di applicare il prodotto solo sulle lunghezze e mai alle radici.

4- Effetto frizz
L’umidità è la vostra peggior nemica. Ne basta poca e vi ritrovate ad occupare due posti solo con i vostri capelli.

5- Per asciugarli ci mettete ore
Ma il probema è che se non lo fate la situazione diventa ingestibile. «Noi abbiamo un metodo che si chiama Mix Air, che consiste nel lavorare i capelli in modo naturale usando le spazzole solo sulle punte»dice Curletto.

6- Il bob: è il taglio più amato dalle star di Hollywood, e quello più versatile che ci sia, ma su di voi uno styling pari diventa più gonfio dei vostri occhi la mattina appena sveglie. Piuttosto puntate su un long bob (come ha fatto Kate Middleton) e memorizzate bene queste due parole: choppy hair, un taglio scalato e quindi con diverse lunghezze, e blooming cut, lo styling dal volume disciplinato che si ottiene applicando un tipo di taglio che svuota le ciocche dall’interno e alleggerisce la forma. 

«Le vie di mezzo sono il grande limite dei capelli grossi – spiega Franco Curletto – per questa tipologia di texture sono più adatti tagli lunghi e scalature che portino il volume sulle lunghezze e alleggeriscano».

7. Un buon taglio non basta. «Per enfatizzare i capelli fini basta un taglio fatto bene, per gestire i capelli spessi ci vuole anche la giusta interpretazione dei volumi». Un po’ come in medicina estteica, se si toglie da una parte bisogna riempire dall’altra per avere un risultato armonioso. «Sfoltendo troppo con le forbici si rischia, infatti, di gonfiarli ancora di più», aggiunge Curletto.

8. La frangia non è un problema
Finalmente una buona notizia. La frangia sta bene anche a chi ha i capelli spessi.

https://www.vanityfair.it/beauty/capelli/2017/10/30/migliori-tagli-per-capelli-spessi

 

VanityFair.it : I migliori Tagli per i Capelli Spessi